Rovinare l’orgasmo ad un uomo

rovinare l'orgasmo

Parliamo di rovinare l’orgasmo ad un uomo? Come mai, vi chiederete? Fa parte delle attività dell’universo femdom, della dominazione femminile, dove la donna intende essere lei a possedere l’uomo e ad averne il controllo completo. La tecnica di base è quella del “tease and denial”, in cui la donna eccita l’uomo a dismisura, ma evita di farlo venire; con questa tecnica l’uomo non ha alcun orgasmo. Invece la tecnica del rovinare l’orgasmo consiste nel farlo venire, ma di farlo venire male; i tedeschi usano uno slang che tradotto in italiano suonerebbe del tipo “sborra non goduta”, che rende anche bene l’idea. Vediamo come fare. In coda a questo testo c’è anche un video esplicativo, ma la tecnica del rovinare l’orgasmo è la seguente. Si fa sesso come ci pare, si può scopare, masturbarsi, tutto quello che si vuole; l’importante è che il finale avvenga con la donna che masturba l’uomo. Tutte noi sappiamo bene come fare una sega ad un maschio fino a farlo venire: si stringe la mano, poi la si allarga, e si va su e giù veloce. All’improvviso sentiremo un gorgoglio nel condotto spermatico e il corpo del nostro partner si irrigidisce, mentre lui verosimilmente chiude gli occhi ed emette suoni animaleschi: è il segnale dell’orgasmo. Qui deve innestarsi immediatamente la tecnica del rovinare l’orgasmo: entro la fine del primo schizzo di sperma, la donna deve fermare la mano e toglierla dal cazzo, lasciandolo libero, e magari anche allontanarsi o andarsene. L’uomo non deve toccarselo. E’ fatta, l’orgasmo è rovinato. Ogni uomo, mentre sborra, gode se gli viene menato velocissimo, e più la donna glielo sega, più si prolunga il piacere. Invece, togliendo le mani da lì, il cazzo oscillerà sotto le contrazioni dell’orgasmo, lo sperma fuoriuscirà debolmente, e l’orgasmo si spegnerà quasi subito in una memorabile mediocrità, sarà proprio, come dicono i tedeschi, sborra non goduta. In tal modo, la donna riesce a rovinare l’orgasmo al suo uomo, a fargli restare il desiderio. Vale per poter fare dopo il secondo tempo, o in ottica femdom per esercitare controllo e supremazia.





The following two tabs change content below.

Clarissa De Vizia

Emigrata in Germania per motivi di studio ai primi anni ’90, si è ritrovata nella fredda terra teutonica come studentessa ventenne squattrinata, per mantenersi gli studi e poter vivere ha iniziato a lavorare a gettone nel mondo del porno tedesco, come fluffer, come figurante, e infine come attrice porno. Conosce il mondo della pornografia industriale dall’interno, in quanto sex worker. Rientrata in Italia a fine anni ’90, con una laurea importante, non è uscita dal mondo dell’intrattenimento per adulti, offrendosi in spettacoli erotici in club privé e locali per adulti, facendosi un nome. Oggi, è una bella signora ultraquarantenne che pratica sport, è salutista e segue ancora il mondo dei live show, lavorando come promoter per un noto sito di webcam, mondo di cui è una profonda conoscitrice e che considera la naturale evoluzione della pornografia industriale, destinata a morire

Ultimi post di Clarissa De Vizia (vedi tutti)

About Clarissa De Vizia 11 Articles
Emigrata in Germania per motivi di studio ai primi anni ’90, si è ritrovata nella fredda terra teutonica come studentessa ventenne squattrinata, per mantenersi gli studi e poter vivere ha iniziato a lavorare a gettone nel mondo del porno tedesco, come fluffer, come figurante, e infine come attrice porno. Conosce il mondo della pornografia industriale dall’interno, in quanto sex worker. Rientrata in Italia a fine anni ’90, con una laurea importante, non è uscita dal mondo dell’intrattenimento per adulti, offrendosi in spettacoli erotici in club privé e locali per adulti, facendosi un nome. Oggi, è una bella signora ultraquarantenne che pratica sport, è salutista e segue ancora il mondo dei live show, lavorando come promoter per un noto sito di webcam, mondo di cui è una profonda conoscitrice e che considera la naturale evoluzione della pornografia industriale, destinata a morire