Cumtributer come filosofia di vita

cumtributer

Nel nostro continuo studiare la rete ed il suo evolversi, con particolare attenzione all’evoluzione dell’erotismo in questi tempi di grandi cambiamenti, ho incrociato su Twitter un “cumtributer”, protagonista di un gioco erotico non nuovo (lo si fa già da una decina di anni), ma che soprattutto in Italia resta un po’ di nicchia. Gli ho chiesto se mi concedeva un’intervista, e questo simpatico uomo ha accettato di buon grado, con uno spirito aperto e libero che mi ha colpita, e ne è nato un colloquio interessante, tra me e lui.

D. Ti definisci “cumtributer come filosofia di vita”, cosa significa di preciso?

Sono anni ormai che bazzico internet nel suo lato porno e ormai lo sdoganamento dei contenuti spinti è totale. Mi eccita masturbarmi e venire con e su foto/filmanti di persone reali, filmarmi con il mio smartphone mentre lo faccio e spedire al mittente, se è d’accordo. È un po’ come fare sesso insieme, darsi piacere ed eccitarsi del piacere altrui.

D. In base a cosa scegli la donna su cui venire? Canoni estetici, o cosa fa?

Solitamente nasce una complicità e un’eccitazione reciproca, a me piace masturbarmi, se lei acconsente, le faccio vedere cosa faccio con le sue foto.

D. Metti mai in rete le immagini delle opere che hai appena compiuto?

Certo, ma solo se siamo entrambi d’accordo. Solitamente è uno scambio in chat private e ogni tanto mi chiedono se possono condividere o di condividere io stesso, ma sempre nell’anonimato.

D. Ci sono donne che si eccitano, quando ricevono un tributo, come potrebbero eventualmente entrare in contatto con te?

Beh, la via più semplice è cercarmi su Twitter, “cumtributer come filosofia di vita” è nella mia bio, accetto DM da tutti… e se volete vi svelo anche il mio nickname.

D. Come mai questa scelta di essere un cumtributer?

Lo trovo molto eccitante, uno scambio molto intenso quando c’è la giusta sintonia… a volte è quasi come fare sesso insieme. Avete mai provato? Potrebbe rischiare di piacervi!

D. Un cumtributer di rispetto, su quale parte del corpo della donna viene? O non ha preferenze?

Solitamente mi piace lasciare alla controparte il piacere di scegliere una foto in particolare che vuole tributata, io adoro il seno, ma il bello del gioco è appagare entrambi…

D. Perché preferisci questo al porno fatto da attrici professioniste?

Il porno delle attrici professioniste continuo a guardarlo e a goderne, ma lo trovo molto patinato e a volte esageratamente finto, è bello comunque per masturbarsi, anche se a volte un po’ fantascientifico ma con il cumtributer ho degli orgasmi di molto più intensi, lo confesso.

D. Cosa pensi del mondo delle webcam e dei siti di webcam erotiche?

A volte ne sono stato utente, ma sempre con andamenti altalenati, a volte manca la passione e quindi preferisco aspettare di trovare una fanciulla che voglia vedermi e sentirmi per dare sfogo alle mie voglie.

D. Ehy, ci sveli il tuo nickname?

Certo, sono dr_stein79 su Twitter.





The following two tabs change content below.

Stellina Erotica

Protagonista della scena web erotica italiana da oltre 10 anni, ha dovuto cambiare pseudonimo nel 2014 in quanto bersaglio di stalking e ricominciare da capo. Ha iniziato la sua avventura nel 1993 in Ungheria, come spogliarellista in un locale notturno. Divenuta in seguito aiuto regista e montatrice per una piccola casa di produzione porno dell’Est Europa, ha imparato tutto quel che c’è da sapere dei desideri degli uomini e delle donne in materia di sesso. Rientrata in Italia, dopo un matrimonio fallito ed un figlio ormai adulto, si è dedicata all’erotismo in Rete, curando il marketing di servizi come webcam, portali di video, chat erotiche e community attraverso siti da lei gestiti e profili social, nei quali è un’autentica campionessa.

Ultimi post di Stellina Erotica (vedi tutti)

About Stellina Erotica 10 Articles
Protagonista della scena web erotica italiana da oltre 10 anni, ha dovuto cambiare pseudonimo nel 2014 in quanto bersaglio di stalking e ricominciare da capo. Ha iniziato la sua avventura nel 1993 in Ungheria, come spogliarellista in un locale notturno. Divenuta in seguito aiuto regista e montatrice per una piccola casa di produzione porno dell’Est Europa, ha imparato tutto quel che c’è da sapere dei desideri degli uomini e delle donne in materia di sesso. Rientrata in Italia, dopo un matrimonio fallito ed un figlio ormai adulto, si è dedicata all’erotismo in Rete, curando il marketing di servizi come webcam, portali di video, chat erotiche e community attraverso siti da lei gestiti e profili social, nei quali è un’autentica campionessa.