Situazionismo sessuale

situazionismo

Situazionismo sessuale, o situazionismo erotico, non significa proprio nulla. E’ esistito un situazionismo, anche in tal caso la parola è usata però abusivamente, che è stato una corrente artistica e politica degli anni ’60 del ‘900. Nell’arte, quella politicizzata di fine anni ’60, che sfocerà poi nel ’68, ma anche in tante conquiste in fatto di libertà sessuale, il situazionismo è la costruzione di momenti di vita concretamente e deliberatamente costruiti mediante l’organizzazione collettiva di un ambiente unitario e di un gioco di eventi. Le situazioni vanno create proponendosi di inventare giochi di una nuova essenza, ampliando la parte non-mediocre della vita, diminuendone, per quanto possibile, i momenti nulli.
Non ho conosciuto il situazionismo, perché a quell’epoca non ero ancora nato, però questa storia di inventare nuovi giochi, di ampliare la parte non mediocre della vita, mi è sempre piaciuta. Soprattutto, ho letto tra le righe della storia come il situazionismo abbia influito, soprattutto nei primi anni ’70, sulla liberazione sessuale di donne e uomini di tutto il mondo. Così, sono diventato un situazionista sessuale, sia nella mia vita privata, nelle mie personali relazioni erotiche, sia nella mia attività pubblica di intrattenitore per adulti e di sex worker. In entrambi gli aspetti della mia sessualità, tendo sempre (è una cosa che oramai mi viene automatica) a privilegiare l’aspetto ludico, giocoso, della sessualità e dell’erotismo, affiancandogli, in ottica situazionista, l’aspetto creativo e per certi versi artistico. Succede, al di là di tutto, che io mi diverto, e si diverte anche la mia partner, o il mio pubblico a seconda dei casi. Con il mio situazionismo sessuale, spesso volutamente provocatorio, instillo nelle persone il dubbio che forse non debbano viversi troppo il sesso come una cosa pesante, ma che se lo si tratta come gioco è meglio. Per questo motivo, io invento giochi. Lo faccio quando sono a letto con la mia partner, lo faccio se sto facendo un show in webcam, lo faccio se sono in un privé, lo faccio in tutte le situazioni in cui mi trovo. Anzi, essendo io un praticante del situazionismo sessuale, le situazioni spesso le creo io.

 



The following two tabs change content below.

Alexander

Ha iniziato la sua carriera poco prima dei 30 anni, come accompagnatore italiano professionista esclusivo, assumendo lo pseudonimo di Alexander, che lo ha accompagnato fino ad oggi. Affermatosi come gigolò di altissima classe, educazione, ha messo a disposizione di centinaia di donne una cultura superiore, discrezione e riservatezza. A volte un signore elegante e impeccabile, altre un ragazzaccio casual e scarmigliato, ha battuto ampie zone d’Italia, tra cui Napoli, Roma, Milano. E’ un attento conoscitore della psicologia femminile e di ciò che le donne desiderano da un fidanzato, marito, amante, amico, eccetera. Dal 2013 ha iniziato una sua attività di live show in webcam, facendo show bisex in grado di eccitare uomini e donne. E’ attivo come writer anche su Visioni Erotiche, in quanto membro stabile della redazione.

Ultimi post di Alexander (vedi tutti)

About Alexander 16 Articles
Ha iniziato la sua carriera poco prima dei 30 anni, come accompagnatore italiano professionista esclusivo, assumendo lo pseudonimo di Alexander, che lo ha accompagnato fino ad oggi. Affermatosi come gigolò di altissima classe, educazione, ha messo a disposizione di centinaia di donne una cultura superiore, discrezione e riservatezza. A volte un signore elegante e impeccabile, altre un ragazzaccio casual e scarmigliato, ha battuto ampie zone d’Italia, tra cui Napoli, Roma, Milano. E’ un attento conoscitore della psicologia femminile e di ciò che le donne desiderano da un fidanzato, marito, amante, amico, eccetera. Dal 2013 ha iniziato una sua attività di live show in webcam, facendo show bisex in grado di eccitare uomini e donne. E’ attivo come writer anche su Visioni Erotiche, in quanto membro stabile della redazione.