Erotismo e pornografia

erotismo e pornografia

La pornografia è l’erotismo degli altri, scrisse Alain Robbe-Grillet tanti anni fa. Sicuramente una provocazione, ma siamo sicuri che sia solo una provocazione? Un discorso particolare, quello sull’evoluzione della pornografia e del suo rapporto con l’erotismo, è un argomento incredibilmente ricco di implicazioni storiche, ma soprattutto sociali, etiche e perfino politiche, ma allo stesso tempo è prossimo alla nostra intimità. Tanti anni fa c’era l’erotismo da un lato, considerato un’arte, reso immortale da pitture, sculture, fotografie, dall’altro c’era la pornografia, considerata oscena, volgare, per persone incolte; tuttavia, poniamoci oggi, nel XXI secolo, una domanda: c’è ancora questa distinzione? Si può ancora distinguere l’erotismo dalla pornografia? Di fondo, quel che è certo è che c’è del voyeurismo insito nell’essere umano, uomo o donna che sia; da questo desiderio di “sbirciare” sono nati entrambi, sia l’erotismo sia la pornografia, ma si sono distanziati nei decenni scorsi, per poi riavvicinarsi negli ultimi tempi, fin quasi a fondersi di nuovo. I cultori dell’erotismo, quelli che bandiscono la pornografia, ed esistono ancora oggi, ve lo possiamo assicurare, lamentano che la pornografia non lascia spazio all’immaginazione. Infatti, la rappresentazione pornografica, diversamente da quella erotica, non propone un incontro di soggetti che si lasciano andare all’eros e al sesso, ma dei corpi giustapposti o sovrapposti, come se venisse rappresentato il sesso negando la sessualità, come se gli attorni non uscissero dalla padronanza di sé, non perdessero il controllo, come a tutti piace fare nel sesso quello vero, quello non recitato. La pornografia di sempre, non solo quella di oggi, apre alla vista il corpo di donne e uomini, è distrugge ogni mistero, ogni immaginazione. Fa vedere tutto, senza che nulla lasci intendere l’esistenda di un “di più”, qualcosa che chiami in causa l’immaginario dello spettatore, che faccia sognare. Tutto è a portata di occhi. In pratica, la pornografia è esposizione, disponibilità totale, quindi è nemica dell’erotismo, che si fonda sulla tensione (erotica, ma anche emotiva e culturale) tra divieto, limite, e trasgressione. Certo, bisogna calare queste analisi nella società di oggi. Oggi, quel che rende “oscena” la pornografia (o almeno la fa definire oscena pubblicamente da parte di persone che poi ne fruiscono in privato) non è l’oggetto rappresentato (il rapporto sessuale) ma le modalità della sua rappresentazione: nulla viene lasciato all’immaginazione, viene tolta ogni poesia. Già, perché la pornografia non vuole stimolare alcun tipo di fantasia, vuole solo provocare eccitazione sessuale. Tuttavia, oggi pornografia ed erotismo hanno finito con il sovrapporsi. Tecnicamente, Nell’erotismo c’è un vissuto emotivo mentre la pornografia si caratterizza per l’esibizione nella sua crudezza, con il vissuto emotivo che viene escluso. Intentiamo dire che l’erotismo implica suggestione, allusione e attesa, mentre la pornografia è un fatto pubblico che sfrutta l’erotismo, riducendolo al semplice e crudo atto sessuale.
La sovrapposizione tra pornografia ed erotismo nasce in un altro frangente culturale: entrambe vogliono provocare scandalo, turbamento, violazione delle regole dei tabù. Viceversa. la differenza forte la si può riassumere nella famosa frase di Yvan Audouard: “Erotismo è quando uno lo fa, il porno è quando uno lo guarda”.
In entrambi i casi si tratta di sesso, sia chiaro, nell’erotismo il sesso viene esaltato, si tratta di sesso celebrativo, mentre nella pornografia si tratta di sesso masturbatorio. La risposta che si può dare a chi vede la pornografia come degenerazione è abbastanza semplice: per poter essere definita una forma d’arte, la pornografia, deve presentare un distacco e disinteresse. mentre il suo disfacimento come arte sta in coloro che la riducono in un semplice business economico. Quella del business è una vera e propria malattia della nostra società, e in questo la pornografia non c’entra proprio nulla! Anzi, la continua, futile e, stavoltà sì, morbosa commercializzazione del corpo come mezzo unico per ottenere un maggiore audience la vediamo ogni giorno: basta accendere la televisione per vedere i corpi svenduti, anche quando non ce ne sarebbe nessun bisogno.
Un’altra critica facile da abbattere è che la pornografia si contraddistingue dall’intezione di lucro, a questo punto però dovremmo chiederci se davvero il regista o il produttore di un film erotico non abbiano lo stesso interesse economico del regista di un film porno.
Alla fine, tirando le somme, forse la verità è un’altra: la differenza tra erotismo e pornografia è marcata dalla cultura e serve solo per categorizzare i film, perchè se andiamo spogliando la nostra anima, fino alla parte più intima di ciascuno di noi, dovremmo tutti riconoscere che in noi c’è sia l’erotico sia il pornografico, e convivono. Alla base c’è lo spirito voyeuristico che abbiamo tutti. Se è così, la linea di separazione tra l’erotismo e la pornografia è molto sottile perchè si tratta di un confine creato dalla cultura, è un confine sociale, frutto dei valori e delle regole sociali per cui il materiale che viene considerato pornografico è quello che infastidisce e ferisce la nostra suscettibilità dal punto di vista sessuale, perchè i suoi contenuti vengono recepiti come troppo espliciti e poco artistici per i canoni comuni e condivisi. Non per nulla, il concetto di pornografia è cambiato nel tempo: c’è stata un’epoca in cui libri come Madame Bovary o L’amante di Lady Chatterly sono stati considerati pornografici a tutti gli effetti, oggi invece sono libri che possono venire tranquillamente letti nelle scuole. Oggi, a differenza di appena qualche decennio fa, i codici estetici della pornografia si sono diffusi non solo nel cinema, ma anche nella pubblicità e nel teatro, per non parlare della letteratura. Stiamo andando verso una sorta di “pornografia di massa”, sempre se non ci siamo già, che ci impone una rilettura del concetto di erotismo.

Erotismo

Bikini 02
Bikini -mr4lg9fAZ61r2pk43o1_500
Bikini -muq9wrijh41se3bsbo1_500
Bikini -m0zgvj1SWK1qd33kzo1_500
bikini -MTMzNTgxMzUxNTU0MTcyOTM4
Bikini -muq8luJ5Et1sfydbpo1_500
Bikini -muv0o7Rels1slb51po1_500
leggy_girls0237
Bikini -muv2i4wdnf1slb51po1_500
leggy_girls0239
leggy_girls0240
leggy_girls0243
leggy_girls0245
leggy_girls0246
leggy_girls0248
leggy_girls0247
erotismo e pornografia
leggy_girls0254
leggy_girls0263
leggy_girls0264





The following two tabs change content below.

Alexander

Ha iniziato la sua carriera poco prima dei 30 anni, come accompagnatore italiano professionista esclusivo, assumendo lo pseudonimo di Alexander, che lo ha accompagnato fino ad oggi. Affermatosi come gigolò di altissima classe, educazione, ha messo a disposizione di centinaia di donne una cultura superiore, discrezione e riservatezza. A volte un signore elegante e impeccabile, altre un ragazzaccio casual e scarmigliato, ha battuto ampie zone d’Italia, tra cui Napoli, Roma, Milano. E’ un attento conoscitore della psicologia femminile e di ciò che le donne desiderano da un fidanzato, marito, amante, amico, eccetera. Dal 2013 ha iniziato una sua attività di live show in webcam, facendo show bisex in grado di eccitare uomini e donne. E’ attivo come writer anche su Visioni Erotiche, in quanto membro stabile della redazione.

Ultimi post di Alexander (vedi tutti)

About Alexander 16 Articles
Ha iniziato la sua carriera poco prima dei 30 anni, come accompagnatore italiano professionista esclusivo, assumendo lo pseudonimo di Alexander, che lo ha accompagnato fino ad oggi. Affermatosi come gigolò di altissima classe, educazione, ha messo a disposizione di centinaia di donne una cultura superiore, discrezione e riservatezza. A volte un signore elegante e impeccabile, altre un ragazzaccio casual e scarmigliato, ha battuto ampie zone d’Italia, tra cui Napoli, Roma, Milano. E’ un attento conoscitore della psicologia femminile e di ciò che le donne desiderano da un fidanzato, marito, amante, amico, eccetera. Dal 2013 ha iniziato una sua attività di live show in webcam, facendo show bisex in grado di eccitare uomini e donne. E’ attivo come writer anche su Visioni Erotiche, in quanto membro stabile della redazione.